Serve un Decreto per obbligare a Vaccinarsi

Serve un Decreto per obbligare a Vaccinarsi?

Il problema delle vaccinazioni in Italia: stop alle fake news

È probabilmente uno dei problemi più complessi affrontati negli ultimi tempi dalla politica italiana, quello dei vaccini, che continua a dividere l’opinione pubblica tra favorevoli e contrari, e la domanda si fa sentire in sempre più persone: perché Serve un decreto per obbligare a vaccinarsi? Un decreto che è stato definito dai media come fascismo sanitario, dato l’obbligo delle vaccinazioni per l’iscrizione dei bambini all’asilo nido, pena multa dai 500 ai 1500 euro. Fascismo sanitario e obbligo scellerato secondo alcuni media, mentre nel resto d’Europa non vige nessun obbligo. Anche se la costituzione garantisce il diritto alla salute della collettività, attraverso la sanità, l’Italia ha avuto negli ultimi anni un tasso di vaccinazioni inferiori, e questo pare sia dovuto soprattutto alle fake news che invitavano a non far vaccinare i bambini decantando cospirazioni intergalattiche tra aziende farmaceutiche, Stato e medici.

Verificare sempre le notizie e le proprie convinzioni dal medico di famiglia

Ecco perché Serve un decreto per obbligare a vaccinarsi in Italia, uno dei motivi è che la maggior parte delle persone non è abituata a distinguere le notizie in rete vere da quelle false, e senza un minimo di buonsenso non si reca dal medico per verificare le notizie.

Le Fake news hanno fatto un grande giro mediatico, incutendo credenze false anche su determinate vaccinazioni necessarie, per scongiurare pericoli di salute del bambino. Nel dubbio bisogna sempre informarsi dal medico di famiglia, questa è la prima regola per vivere in buona salute e agire con coscienza e buon senso, soprattutto quando si tratta della vita dei propri figli. Le vaccinazioni sono dunque molto importanti, soprattutto in relazione al rischio che possono correre i bambini frequentando l’asilo nido, l’asilo e le scuole. Le malattie più pericolose che posso preoccupare di più sono la pertosse, il morbillo, la parotite, la rosolia e la varicella che hanno anche un altissimo tasso di rischio di contagio. Alla domanda sul perché Serve un decreto per obbligare a vaccinarsi, non c’è una risposta precisa, e comunque potrebbe variare da persona a persona. La cosa molto importante è verificare sempre le presunte informazioni circa la nostra salute e consultare anche uno o più medici se si ha intenzione di non vaccinare il proprio bambino, ricordando che quando si ha a che fare con la salute dei propri figli, non esistono mai decisioni semplici.