Link a Home
Torna a casa

Logo Circolo

 
Link alle News Link ai Docenti Link a Didattica Link ai Ragazzi Link ai Genitori Link alle Scuole Link al Consiglio di Circolo Link alla Direzione e Segreteria Logo Link Vai a  Mappa del sito
Vai alle Aree di Progetto

Vai a I Lavori dei Progetti

Link a Pof

 

 

 immagine-cubo Progetto Lingua italiana immagine-cubo

Presentazione

punto elenco pon-pon Lavori a. s. 2011-2012

 

Classi Prime:

 

1 B -  San Biagio (file .pps)

Il Circolo Didattico di Figline Valdarno svolge un progetto di sperimentazione e

Classi Terze:

ricerca della lingua italiana; da alcuni anni si è formato un gruppo di lavoro di

3 B -  G. B. Del Puglia (file .pps)

 

Classi  Quinte:

 

5 B -  G. B. Del Puglia (file .pdf)

insegnanti che segue i percorsi del CIDI.

punto elenco pon-pon Lavori a. s. 2010-2011

Il progetto propone un curricolo in verticale ed è rivolto alle classi della Scuola

Classi Quarte:

Primaria.

4 A e 4 B - San Biagio

Le fasi della sperimentazione sono seguite da un esperto esterno, la Prof. Maria

Il silenzio dei punti  

Piscitelli, con ampie competenze nel settore.

(file .pps)

Il curricolo in verticale è un punto di forza della didattica poiché permette una

Lavoro presentato al Convegno

visione chiara degli obiettivi e delle competenze che gli alunni devono raggiungere

CIDI 08-05-2011

nella Scuola Primaria, tenendo conto dello sviluppo psico-cognitivo e dei diversi


tempi di crescita dei bambini.

4 A - G. B. Del Puglia (file .pps)

Il gruppo di lavoro si confronta , discute, espone le problematiche emerse durante

4 B - G. B. Del Puglia (file .pps)

le fasi del percorso e riflette sulla ricaduta  che le attività svolte dagli alunni hanno

Classi Seconde:

 sui loro apprendimenti e sullo sviluppo di competenze metalinguistiche.

2 B -  G. B. Del Puglia (file .pps)

L’esperto esterno aiuta le insegnanti su cosa fare per portare avanti il percorso strutturato, su come osservare gli alunni e cosa valutare, indica le regole dell’educazione linguistica come comunicazione, i legami tra le regole sociali della comunicazione e le capacità linguistiche.
La metodologia perseguita pone sempre gli alunni come unici e veri protagonisti dei contenuti e delle attività svolte e gli apprendimenti che ne conseguono sono l’elaborazione delle esperienze vissute. La conversazione, la raccolta delle informazioni, il confronto delle idee e la scoperta sono alla base del percorso didattico e di tutto il lavoro scolastico.
Un importante punto di forza del progetto che riguarda gli insegnanti è la condivisione dei contenuti e della metodologia che i componenti del gruppo di lavoro sperimentano quotidianamente nella propria classe.
Il confronto sulle problematiche incontrate, la discussione, il superamento dei propri dubbi e perplessità aiuta gli insegnanti a crescere e ad acquisire una maggiore competenza disciplinare.
L'attività si articola su quasi tutte le problematiche scolastiche di maggior importanza sul piano pedagogico-didattico, per realizzare effettivamente, con un ripensamento significativo del processo di insegnamento-apprendimento, un aumento del successo scolastico.


punto elenco pon-pon
I percorsi delle classi
Classe Prima:
La Messaggeria

file .pdf
Classe Seconda:
I Dialoghi          
Classe Terza:
L'Autobiografia 

punto elenco pon-pon Materiali da consultare:
"Argomentare attraverso i testi. Una frontiera della formazione logica per lo sviluppo delle abilità linguistiche",
di F, Cambi, M. Piscitelli, G, Campigli, L. Maddii, L. Nuti

punto elenco pon-pon Bibliografia:
"Proposte per il curricolo verticale. Progettare percorsi in lingua italiana e matematica", di M. Piscitelli, I. Casaglia, B. Picchi


Scuola Primaria Forme del discorso Percorsi
Classe Prima Narrazione
Interazione Sociale
La Messaggeria
Classe Seconda Narrazione
Interazione Sociale
I Dialoghi
Classe  Terza Narrazione – Descrizione
Educazione all’affettività
L'esplorazione del sé in una prospettiva narrativa e descrittiva     LEGGI
Classe Quarta Regolazione – Informazione – Narrazione
Educazione alla legalità e alla cittadinanza
Comandi e Divieti             LEGGI
Classe  Quinta Narrazione – Informazione - Argomentazione Enigma e Mistero              LEGGI

Nell’anno scolastico 2011-2012 continua la sperimentazione dei percorsi
curricolari in verticale per il raggiungimento di competenze fondamentali ed essenziali della lingua italiana: narrazione, regolazione, descrizione, esposizione, argomentazione.
I percorsi sono sempre seguiti dalla
Prof.ssa Maria Piscitelli che dà indicazioni
sulla metodologia, sulle linee portanti della disciplina, sul processo di insegnamento/apprendimento.
Fondamentale è la motivazione ad apprendere.
Gli alunni sono sempre protagonisti, consapevoli e responsabili.
Il lavoro è flessibile adattabile alla propria classe pur mantenendo quelle fasi ed esperienze didattiche quali nodi portanti di apprendimento.
Nel corso dell’anno saranno svolti approfondimenti sulla competenza di lettura.
La Prof.ssa Maria Piscitelli svolgerà 5 incontri nei quali verrà monitorato il lavoro svolto dagli insegnanti.
Il responsabile del progetto - Nicoletta  Ghiandelli

IL TEAM delle insegnanti per l'a.s. 2011-2012

  Billi Lucia
  Brugioni Maria Grazia
  Carnasciali Silvia
  Daveri Monica
  Giachi Ilaria
  Guidarelli Maria Laura
  Lonati Monica
  Maffei Cristina
  Massari Patrizia
  Meli Cecilia
  Orlando Nunzia
  Pandolfi Laura
  Pratesi Francesca

Le coordinate della Progettazione
La progettazione portata avanti dal gruppo di lavoro e guidata dall’esperta esterna privilegia l’idea di un curricolo verticale in grado di attivare lo sviluppo di competenze ed i processi di maturazione e che tiene conto dei bisogni culturali degli alunni e delle esigenze di qualificazione professionale dei docenti. Il lavoro svolto ha comportato una riflessione sui nodi portanti della disciplina e sul processo di insegnamento-apprendimento.
Gli elementi ritenuti fondamentali per la progettazione degli apprendimenti linguistici sono:
  la testualità e le differenti forme testuali, da trattare secondo gradi differenziati e tenendo conto delle tappe evolutive percorse dai ragazzi;
  i nuclei operativi degli apprendimenti linguistici quali “ascolto e parlato”, “lettura”, “scrittura e riscrittura”, “riflessione linguistica”;
 
codici verbali e non verbali;
 
modelli metalinguistici plurali (grammatica del discorso, del testo e della frase);
 
l’immaginario;
  la ricerca di modalità di approccio al testo (letterario e non letterario);
 
il ricorso a tecniche e strategie di apprendimento.
Il lavoro si articola in percorsi didattici che ruotano intorno alle attività del discorso, quali quello della regolazione, narrazione, descrizione, esposizione, argomentazione.
Il lavoro è condotto in maniera aperta e flessibile.
Da: Piscitelli Maria :”Proposte per un curricolo verticale” Napoli, Tecnodid, 2007

Torna su