Laboratori scolastici- attrezzature obsolete

Laboratori scolastici: attrezzature obsolete

La situazione dei laboratori scolastici non è assolutamente delle più rosee. In un’epoca che sembra proiettare in maniera diretta verso la cosiddetta scuola digitale, le attrezzature non risultano ancora all’altezza. Bisogna iniziare a muoversi per restare al passo con i tempi rispetto al resto dell’Europa, ma l’Italia è indietro.Come ben si sa, il Miur, ossia il Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sta investendo in maniera cospicua sulle attrezzature scolastiche. L’obiettivo è quello di rendere ogni istituto pienamente digitale, al fine di aiutare gli alunni ad avere maggiore dimestichezza con i più moderni strumenti tecnologici.

Ormai al giorno d’oggi bisogna saper utilizzare i computer di ultima generazione, in grado di migliorare la vita di chi li utilizza fino in fondo. Si parla di un’introduzione sempre più cospicua della fibra ottica, ideale per rendere ogni scuola maggiormente efficiente sotto questo punto di vista. Tuttavia, tali investimenti non sembrano bastare e ci sarebbe bisogno di molto di più.

Prima di tutto, tali strumenti dovrebbero essere sottoposti ad una frequente manutenzione. I guasti si verificano con una certa cadenza e andrebbero prevenuti a dovere. Un occhio attento dovrebbe essere rivolto anche alle competenze specifiche dei docenti. Infatti, la figura dell’assistente tecnico nella scuola di base non dovrebbe mancare, ma viene clamorosamente trascurata da chi è ai vertici. Basterebbero alcuni piccoli accorgimenti per notare una serie di passi avanti ben tangibili e avere a che fare con istituti maggiormente all’avanguardia. Ma tali espedienti vengono raramente presi in considerazione.